agriasilo

Agriasilo: servizi all'infanzia nelle aree rurali

L'agriasilo è una nuova formula imprenditoriale per coniugare economia, educazione e riscoperta della natura. Si tratta infatti di offrire servizi educativi per l'infanzia in un'azienda agricola.
Quindi, per agriasilo si intende una struttura di accoglienza realizzata all’interno di una azienda agricola per bambini dai tre ai sei anni, a differenza dell’agrinido che coinvolge invece piccoli fino a tre anni di età. Si tratta spesso di classi di dimensioni contenute, alle quali vengono garantite tutte le appropriate cure quotidiane (pranzo, sonno, cambi) ma con più tempo all’aria aperta, a contatto con la natura, in una sorta di “palestra verde” dove coltivare le piante, socializzare con gli animali, imparare a conoscere i ritmi della natura e i principi di una alimentazione sana.

Agriasilo: quali opportunità

Le opportunità didattiche degli agriasilo variano ovviamente in funzione dell’attività produttiva svolta dall’azienda in cui ci si trova.
Secondo dati evidenziati da Coldiretti, solo il 44% dei bambini può usufruire dei servizi all’infanzia; ciò significa che c’è una parte consistente della popolazione che non ne usufruisce e che è destinata ad aumentare con le famiglie straniere. Le esperienze attualmente in corso mostrano che l’agriasilo consente all’azienda agricola di incrementare il suo reddito anche nella misura del 20-30%.

L’iniziativa è vincente per tutti i soggetti chiamati in causa: l’imprenditore agricolo trova nuove occasioni di reddito nella gestione dell’asilo (ma anche nel potenziale indotto derivante dalla vendita dei prodotti dell’azienda grazie al contatto con le famiglie); i bambini hanno accesso ad un progetto educativo specificamente studiato per favorirne l’interazione con l’ambiente naturale, i ritmi e i valori del mondo rurale; le famigliie risolvono i problemi legati alla carenza delle strutture esistenti, alla necessità di offrire ai propri figli un’alimentazione sana, nonché al basso livello di soddisfazione che una famiglia su due dichiara nei confronti dell’offerta attuale di nidi o scuole materne.
I fattori di successo sono identificabili:
1) nella localizzazione dell’attività in aree in cui l’offerta di servizi per l’infanzia, da parte di strutture pubbliche e private, è carente e insufficiente;
2) nella capacità di offrire un servizio innovativo e di qualità rispetto alla concorrenza.
 

Aspetti qualitativi dell'agriasilo

Gli standard qualitativi minimi da considerare riguardano:

  •     i criteri sull’età minima e massima dei bambini ospiti;
  •     gli orari e la ricettività della struttura;
  •     l'attuazione di un progetto pedagogico con la supervisione di un coordinatore;
  •     i requisiti di educatori e assistenti, il loro numero in rapporto a quello dei bambini presenti, la loro formazione continua e aggiornamento;
  •     l’approvazione dei menu e delle tabelle dietetiche da parte dell’ASL;
  •     il rispetto delle norme vigenti in materia urbanistica, sicurezza dei luoghi di lavoro e degli impianti;
  •     le polizze di assicurazione per bambini e assistenti.

Avviare una agriasilo: cosa serve

L’agriasilo è una forma di diversificazione dell’attività agricola. E’ necessario pertanto che sia attivato nell’ambito di una azienda agricola, già avviata o da avviare.
Dal punto di vista legislativo, alcune regioni hanno già provveduto ad emanare norme specifiche per tale tipo di attività, nelle altre occorre far riferimento alla normativa vigente per i servizi all’infanzia. In ogni caso, come ha stabilito il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, l’autorizzazione può essere rilasciata da Comuni, Regioni o altri organismi tecnici.
E’ importante comunque la verifica presso la ASL competente (e/o l’ufficio tecnico comunale) dei requisiti igienico sanitari richiesti. In generale, dal punto di vista della struttura, è necessario che i locali siano nettamente distinti rispetto a quelli dedicati all’attività agricola, facilmente accessibili, dotati di servizi igienici appropriati, di cucina, spogliatoi, uffici, ecc.
Anche gli arredi devono essere idonei all’utilizzo in una struttura che ospita bambini.
Nell’agriasilo occorre impiegare assistenti all’infanzia in possesso dei necessari requisiti tecnico/professionali previsti dalle normative vigenti.