Bando FEI per la formazione civico-linguistica dei cittadini di paesi terzi

Il Ministero dell'Interno ha pubblicato un nuovo bando a valere sul Fondo Europeo per l'Integrazione relativo alla realizzazione di progetti regionali per la formazione civico-linguistica dei cittadini di paesi terzi.

Chi può partecipare

Possono presentare proposte progettuali regioni ordinarie, regioni a statuto speciale e province autonome.
Esclusivamente in qualità di partner, possono partecipare anche i seguenti soggetti operanti nel settore di riferimento del bando:

  • Uffici Scolastici Regionali (USR);
  • enti locali, in forma singola, associata o in consorzi;
  • Uffici Scolastici Territoriali (UST) e/o Centri territoriali permanenti (CTP) e/o istituti e scuole pubbliche di istruzione primaria o secondaria; 
  • università:
  • centri di ricerca;
  • organismi ed organizzazioni internazionali;
  • fondazioni di diritto privato;
  • ONG;
  • associazioni e ONLUS;
  • società cooperative, consorzi e società consortili;
  • organismi di diritto privato;
  • associazioni sindacali e datoriali;
  • enti e società regionali strumentali.

Azioni ammissibili

Il bando intende finanziare piani regionali rivolti a cittadini di paesi terzi regolarmente soggiornanti in Italia articolati in:

  • azioni formative e servizi mirati;
  • azioni di supporto gestionale e servizi strumentali.

I corsi di integrazione linguistica e sociale devono essere erogate dai CTP e a fronte di particolari necessità organizzative e/o logistiche possono essere erogate con il contributo di soggetti qualificati nella didattica dell'italiano L2.

Dotazione e contributi

Per l'attuazione del bando il Ministero ha stanziato un budget di 18 milio...

Continua...
Clausola di esclusione di responsabilità

"Finanzia la tua idea" non si assume alcuna responsabilità per imprecisioni, incompletezze o errori delle informazioni pubblicate nella sezione "Bandi". Pertanto fanno fede unicamente i testi pubblicati sulle gazzette ufficiali nazionale e comunitaria.