Misura 311 “Diversificazione in attività non agricole” Gal Terre Pescaresi - Regione Abruzzo


Interventi ammissibili
La linea d’Azione 2 prevede investimenti per la realizzazione di attività sociali in campo agricolo, di servizi, di piccolo commercio, artigianato locale e di servizi turistici ricreativi, attraverso:
  1.  Investimenti per la ristrutturazione di fabbricati esistenti da destinare:
  • alla piccola attività ricettiva (alloggio e ristorazione);
  • ad attività didattiche a favore di utenti diversamente abili, bambini in età prescolare ed anziani;
  • ad attività di assistenza ed animazione sociale a favore di utenti diversamente abili, bambini in età prescolare ed anziani realizzate nell’ambito dell’azienda agricola.
Sono ammesse le spese per l’esecuzione degli interventi di ristrutturazione dell’immobile e per la dotazione funzionale dello stesso (attrezzature ed arredi) compreso l’acquisto di attrezzature informatiche (hardware e software).
  1. Investimenti per la ristrutturazione di fabbricati rurali esistenti nonché acquisto di attrezzature ed arredi (comprese attrezzature informatiche, hardware e software) da destinare ad attività artigianali non agricole, con esclusivo riferimento a quelle proprie delle aree rurali e della cultura e tradizione contadina (lavorazione del legno, del ferro, del ricamo, dei filati etc.), ivi compresa la realizzazione di punti vendita dei prodotti (solo prodotti non compresi nell’Allegato I del Trattato).

La linea d’Azione 3 prevede investimenti in energia da fonti rinnovabili attraverso interventi per la realizzazione di impianti per la produzione, utilizzazione e vendita di energia e/o calore, destinata a scopi ed utilizzazioni sociali, compresi gli investimenti per l’allaccio alle reti di distribuzione, quali:
  • centrali termiche alimentate prevalentemente a cippato o a pellets e di potenza massima di 1 MW;
  • microimpianti per la produzione di biogas dai quali ricavare energia termica e/o elettrica (compresa cogenerazione) e con potenza massima di 50 KW elettrici;
  • microimpianti per la produzione di energia eolica di potenza massima di 30 KW;
  • microimpianti per la produzione di energia solare di potenza massima di 30 KW;
  • microimpianti per la produzione di energia idrica (piccoli salti) di potenza massima di 30 KW.
 Comparti
13. Energie rinnovabili
14. Interventi agroforestali non produttivi

Destinatari
Beneficiari dell’aiuto sono i membri della famiglia agricola, ovvero una persona fisica o giuridica o un gruppo di persone fisiche o giuridiche, qualunque sia la natura giuridica attribuita al gruppo e ai suoi componenti dall’ordinamento nazionale, ad esclusione dei lavoratori agricoli.
Qualora sia una persona giuridica o un gruppo di persone giuridiche, il membro della famiglia agricola deve esercitare un'attività agricola nell'azienda agricola al momento della presentazione della domanda di sostegno. Membri della famiglia sono i componenti del nucleo familiare così come risultante all’anagrafe del Comune di residenza della famiglia stessa.

Aree territoriali di riferimento
Gli interventi dovranno essere realizzati sul territorio interessato dal PSL del GAL Terre Pescaresi con priorità per le zone ricadenti nelle macroaree C (collina interna) e D (area montana).

Requisiti di accesso
I soggetti beneficiari devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
  • effettuare investimenti sul territorio del GAL;
  • presentare un piano di investimenti coerente con gli obiettivi del bando;
  • presentare progetti esecutivi corredati di autorizzazioni, pareri e nulla osta previsti dalle vigenti normative;
  • per gli impianti alimentati con biomasse agro-forestali, va dimostrato il corretto dimensionamento dell’impianto energetico in relazione al quantitativo di biomasse che l’azienda è in grado di produrre;
  • impegnarsi alla conduzione dell’azienda oggetto dell’intervento per un periodo pari almeno al vincolo degli investimenti a partire dalla data di accertamento di avvenuta esecuzione dell’investimento e a non apportare modifiche volontarie nella sua consistenza tali da vanificare la rispondenza degli investimenti realizzati agli obiettivi prefissati;
  • impegnarsi a non distogliere dal previsto impiego per almeno 5 anni gli investimenti relativi a impianti, macchine, macchinari e attrezzature e 10 anni per gli investimenti strutturali a partire dalla data di accertamento di avvenuta esecuzione dell’investimento.
L’impresa/azienda deve:
• dimostrare, con il certificato di stato di famiglia, che il componente della famiglia agricola, beneficiario del sostegno, fa parte a tutti gli effetti del medesimo nucleo familiare cui appartiene il titolare della azienda agricola;
• essere titolare di partita I.V....

Continua...
Clausola di esclusione di responsabilità

"Finanzia la tua idea" non si assume alcuna responsabilità per imprecisioni, incompletezze o errori delle informazioni pubblicate nella sezione "Bandi". Pertanto fanno fede unicamente i testi pubblicati sulle gazzette ufficiali nazionale e comunitaria.