Boom start up in Italia: 1800 nuove imprese nate nel 2013

Sono incoraggianti i dati riportati da Infocamere per quanto riguarda lo start up in Italia. Infatti, nonostante la situazione economica non rosea, nel nostro paese nel 2013 sono state registrate 1.792 nuove imprese, per una media di quasi cinque al giorno.

La regione più "virtuosa" risulra essere la Lombardia con 355 imprese, alle spalle di Emilia-Romagna (202) e Lazio (187). In coda troviamo Valle d'Aosta (6), Basilicata (9) e Molise (10).

Tra le province, la più attiva è Milano con 267 start up registrate, seguita da Roma (167), Torino (115) e Trento (73).

Per quanto riguarda le forme giuridiche di impresa, "trionfa" la forma della società a responabilità limitata (96% del totale delle start up).

Il settore più scelto è quello della produzione di software e di consulenza informatica (546 start up). Dinamismo riscontrato anche nel settore "ricerca e sviluppo" (312 start up).

Anche lo Stato si mobilita per la nascita e lo sviluppo delle start up, attraverso il Decreto Crescita 2.0, nel quale sono previste esenzioni ai fini della costituzione ed iscrizione dell'impresa nel Registro delle Imprese, agevolazioni fiscali, deroghe al diritto societario e una disciplina particolare nei rapporti di lavoro nell'impresa.