CCAlps: Creative Companies in Alpine Space

Promuovere la creatività come fattore strategico di sviluppo del territorio alpino

A cura della redazione

In tempi di crisi, il primo settore che abitualmente viene trascurato è quello creativo/culturale. A dispetto di questo assioma tutto italiano, vi presentiamo un progetto di successo che “ce l’ha fatta” ad emergere nonostante la crisi e, addirittura, è stato finanziato dall’Ue per poi diffondersi in molti paesi europei.

Si tratta di CCAlps, Creative Companies in Alpine Space ed è un progetto che promuove, per l’appunto, l’industria creativa e culturale. Con lo scopo di sviluppare la competitività e l’attrattività del territorio alpino, intende favorire le relazioni tra i centri urbani e le zone periferiche. 
Sostenuto finanziariamente dal Programma “Spazio Alpino” dell’Unione Europea, vede come partner coordinatore del progetto la Regione Lombardia che coinvolge una rete di nove istituzioni presenti in sei paesi europei: Italia, Francia, Germania, Austria, Slovenia e Svizzera.

Obiettivo di CCAlps, che si concluderà nel luglio 2014, è la costituzione di una rete di Hub tra le regioni europee dello Spazio Alpino, in grado di favorire lo sviluppo locale e transnazionale attraverso azioni e iniziative che favoriscano la creatività e l’innovazione. Gli Hub sono centri operativi che facilitano l’incontro tra imprese culturali, PMI, istituzioni operanti nel campo della cultura, della ricerca, dello sviluppo tecnologico e della formazione, portatori di interesse, pubblici amministratori e cittadini, come ad esempio giovani interessati a divenire professionisti nel settore della cultura.

In particolare, il progetto fa leva sulla promozione della creatività come fattore strategico di sviluppo, accrescendo la consapevolezza delle istituzioni pubbliche sul ruolo delle Industrie Creative e Culturali (ICC). Non è infatti da sottovalutare l’importante contributo che arte, musica e spettacolo danno all’economia, introducendo innovazione e favorendo la crescita dell’occupazione. Così, i settori coinvolti nel lungimirante progetto spaziano dalle arti visive al patrimonio culturale, dall’architettura al design, non trascurando la pubblicità, i film, la tv, la radio, l'editoria, la stampa e i videogiochi.

I Creative Camp

I Creative Camp sono l’azione principale del progetto CCAlps ed ogni paese partner ne organizza uno nella propria regione. Si tratta di iniziative che si stanno svolgendo a partire da quest’anno, con lo scopo di sviluppare networking tra giovani creativi, professionisti, imprese, istituzioni locali, università e centri di ricerca. Sono “campi creativi” di ideazione e sviluppo di nuovi prodotti e/o servizi funzionali alla crescita del sistema produttivo locale. Così, tanto per esaminare qualche utile esempio, l’obiettivo del Creative Camp a Torino si è focalizzato intorno al futuro del libro, lavorando allo sviluppo e alla messa a punto di una piattaforma di libro digitale, coinvolgendo un contesto multidisciplinare: esperti di software e produttori di contenuti (scrittori, designer, illustratori, musicisti).

Cosa fondamentale, i CCAlps prevedono una serie di eventi o workshop nei quali sono inclusi vari portatori di interesse. Si possono considerare un laboratorio dove avvengono scambi di esperienze, di idee, dove vengono sperimentati nuovi servizi e nuove attività e dove vengono definiti progetti da sviluppare poi in modo collaborativo.

I tre temi che sono stati sviluppati durante il Creative Camp in Lombardia sono stati invece Multimedia e Comunicazione, Moda e Design dei servizi. La prima voce è stata importante per sviluppare nuovi prodotti e servizi per potenziare l’attrattività turistica e culturale dei territori lombardi; per quanto riguarda la moda, invece, il Camp si è concentrato su nuove strategie e servizi per la promozione del tessile nel campo dell’abbigliamento e dell’arredo. Infine, per la voce Design dei Servizi, i protagonisti del Camp hanno studiato nuove forme di ospitalità, di mobilità, di informazione e di ristorazione in vista di EXPO 2015.

Nel corso del progetto CCAlps sono stati realizzati 8 Creative Camp anche in altre città europee: Ljubljana, Lione, Nizza, Stoccarda, Salisburgo, Locarno.

Tags
Creative Camp CCAlps spazio alpino attrattività territorio hub cultura turismo