web workers, impresa con il web

I wwworkers e i vantaggi della rete per nuove idee di business

C’è chi li chiama “Wwworkers”, cioè “world wide workers”. Insomma, i lavoratori del web. Persone che hanno deciso di lasciare un posto sicuro (il famigerato “posto fisso”) e si sono messe in proprio, infischiandosene della crisi e dei rischi connessi a un’occupazione free-lance. L’unico supporto che questi “eroi” hanno accettato è stato quello della Rete.

LavOnline ne è un esempio: si tratta di una lavanderia attiva solo online, con la prenotazione via internet del ritiro e della consegna dei capi, la scelta del giorno e dell’ora e differenti forme di pagamento. Sardiniafarm.com, invece, offre la possibilità di adottare una pecora a distanza, ricevere quattro forme di pecorino o due cesti di prodotti tipici con olio, vino, mirto e i dolci cucinati dalla signora Franca. Tutto questo, in cambio di poche centinaia di euro. “Finanzia la tua idea” allarga lo sguardo su altre esperienze interessanti e innovative per offrire ai suoi lettori spunti creativi, e magari inusuali, sulle possibilità di fare impresa con il web.

Una panoramica delle idee

Yoopia, l’idea vincente che viene dal Belgio Yoopia è una realtà belga e raggruppa alcuni fotografi professionisti consapevoli di quanto possa essere costoso per marche e produttori ottenere scatti di alta qualità professionale dei propri prodotti ma anche, come consumatori, di come possa essere altrettanto piacevole comprare sempre nuovi prodotti, appena usciti e con sconti enormi. Come funziona, dunque, Yoopia? Semplice: marchi e produttori inviano la loro merce ai fotografi del gruppo, che ne ricavano foto di un certo livello e le cedono poi gratuitamente al marchio/produttore, che a questo punto è libero di utilizzarle nei cataloghi e nelle campagne pubblicitarie. Yoopia trattiene invece i prodotti fotografati vendendoli successivamente attraverso il negozio online con sconti che vanno dal 30% al 50% rispetto al prezzo ufficiale al dettaglio. Su Yoopia si può trovare di tutto: lampade, poltrone e oggetti di arredamento nuovi di zecca.

Un’altra tendenza emergente riguarda la nascita di siti web sui quali gli acquirenti possono pagare tramite mezzi inusuali, ad esempio Tweet o citazioni su Facebook al posto del contante. In pratica, una forma di baratto 2.0. Su questa falsariga, Clothingforcorrespondence.com è un servizio australiano di stesura lettere che chiede in cambio solo un capo di abbigliamento usato. Gli utenti contattano il servizio via e-mail e spiegano il tipo di corrispondenza di cui hanno bisogno: le lettere sono l’obiettivo primario della società, ma sono possibili anche articoli, poesie e canzoni. In ogni caso, gli utenti forniscono i dati necessari, ivi compresi, per le lettere, il destinatario, i punti principali da affrontare e lo stile di scrittura. Una volta composta, la lettera viene spedita via mail all'utente, che in cambio invia un capo di abbigliamento usato. Semplice, no?

KnowHowMart KnowHowMart, invece, si è posto l'obiettivo di aiutare professionisti specializzati a vendere la loro esperienza ad aziende che necessitano di una consulenza spot. Il portale, in pratica, raccoglie un’antica sfida del mercato del lavoro: collegare soggetti in possesso di determinate competenze con coloro che ne hanno bisogno. Gli esperti possono creare un profilo sul sito o importarne uno da LinkedIn. In entrambi i casi, inoltre, specificano la propria tariffa oraria, compresa la possibilità di donare una percentuale di essa in beneficenza. Le imprese, nel frattempo, possono pubblicare dettagli sul tipo di competenze che stanno cercando unitamente alla scadenza e alla massima tariffa oraria che sono disposti a pagare. Ogni esperto può quindi fare un'offerta sulle opportunità specifiche e quando l’accordo si conclude i compensi sono trattenuti in deposito fiduciario fino al completamento dei lavori. KnowHowMart trattiene infine una percentuale del 20% sul totale della somma pagata.

Maisonia Deal applica il concetto dei gruppi di acquisto per coloro che intendono costruirsi una nuova casa in Francia, garantendo un risparmio fino al 30% per gli acquirenti di una nuova abitazione. Visitando il portale, ogni utente può indicare la regione in cui vorrebbe costruire la propria casa. Deal Maisonia mostra poi una serie di progetti di future case disponibili, insieme con le descrizioni e le illustrazioni in scala. Per ogni casa viene anche elencato il numero degli acquirenti necessario, quelli che hanno già aderito, gli sconti associati e il tempo a disposizione per l’offerta. Segnaliamo anche Beyond the School Run, un nuovo portale dedicato ai genitori in cerca di nuove opportunità di carriera o volontariato durante l'orario scolastico dei figli. Il servizio si basa proprio sull’intuizione che, con tutte le possibilità di lavoro a distanza abilitate dalle tecnologie di oggi, non c'è più alcuna ragione perché le competenze dei genitori vadano sprecate.

Come finanziare le vostre idee basate sul web

Le tipologie di finanziamento di idee innovative sul web possono assumere varie forme, da borse di studio a progetti. Tanto per fornirvi degli esempi utili, Dpixel.it sostiene la nascita di imprese ad alto valore di innovazione, operanti nel settore dell'ICT, (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione). La procedura di selezione delle idee passa interamente per il sito web, dove inviare curriculum vitae, lettera di presentazione e un abstract del progetto che si vuole realizzare.

Una delle tante idee sostenute da Dpixel.it è Charta, un’azienda diventata negli anni il punto di riferimento per la gestione della biglietteria e delle prevendite per eventi culturali ed entertainment di qualità. Fondata nel 1986, Charta vanta un sistema di biglietteria elettronica che lascia all’organizzatore dell’evento la possibilità di aggiungere e modificare gli appuntamenti in programma.

E ancora, Dpixel.it ha sostenuto anche: Sounday, la comunità virtuale della musica che riunisce l’intera industria discografica online, rivolta a musicisti professionisti o a semplici amanti delle sette note e, per con concludere con un altro esempio, Seolab, una società specializzata nel campo del web marketing e nel posizionamento dei siti web sui motori di ricerca.

Principia Sgr invece, è una società di venture capital che gestisce fondi per 90 milioni di euro, ed è interessata alle seguenti aree di investimento: applicazioni per la mobilità del mercato consumer e business; e-commerce ed e-service; entertainment digitale; tecnologie “hard&soft”. Ad A.M.E. Ventures, società di venture capital, è possibile sottoporre proposte via e-mail nei settori servizi, tecnologia, energie rinnovabili.

Business Angels Network, associazione Italiana investitori informali in capitale di rischio, finanzia start-up attraverso, appunto, una partecipazione al capitale dell’azienda. A differenza del “venture capital”, i “business angels” supportano non solo le idee, ma anche le start-up già avviate.