fattoria didattica

Finanziare una fattoria didattica

D. Vorrei acquistare un immobile in provincia di Vercelli da adibire a fattoria didattica. Quali requisiti sono richiesti per l’accesso ai finanziamenti?

R. La fattoria didattica, secondo la normativa della Regione Piemonte, è un'azienda agricola opportunamente attrezzata e preparata per accogliere scolaresche, gruppi, famiglie. Pertanto l'avvio di tale attività, che rappresenta una forma di diversificazione aziendale, presuppone l'esistenza di una impresa agricola condotta da un imprenditore agricolo professionale. I finanziamenti disponibili coprono gli investimenti materiali e immateriali quali:

- la costruzione, la predisposizione e la ristrutturazione di edifici e beni immobili;
- l'acquisto di attrezzature fisse e mobili e di macchinari in genere, nonché di strumentazioni di controllo e di apparecchiature informatiche e dei relativi programmi;
- l'acquisito di servizi finalizzati, consulenze, studi di fattibilità e simili.

Gli investimenti dovranno essere inseriti in un programma organico di intervento. Sono esclusi:
- l'acquisto di fabbricati e strutture esistenti;
- l'acquisto di macchinari e attrezzature usati;
- l'esecuzione di interventi di sostituzione e di manutenzione ordinaria.

Occorre inoltre localizzare l'attività in un comune classificato come area rurale (con problemi complessivi di sviluppo, intermedia, ad agricoltura intensiva). In tal modo potrà accedere ai benefici previsti dal Piano di Sviluppo Rurale.

In particolare, la Misura 6.4 è destinata alla "Creazione e sviluppo di attività extragricole" tra le quali la fattoria didattica. Il sostegno è pari al 40% del costo dell’investimento ammissibile elevata al 50% per giovani agricoltori, investimenti collettivi, zone montane. Possono presentare domanda gli agricoltori ma anche i coadiuvanti familiari dell’agricoltore, ovvero i soggetti che sono stabilmente dediti all’attività agricola dell’azienda di cui è titolare un familiare e che sono regolarmente iscritti negli elenchi previdenziali.

Tra i costi ammissibili rientrano: gli investimenti di tipo fondiario ed edilizio; l'acquisto di macchinari e attrezzature connessi alla realizzazione dei sopraindicati investimenti; le spese generali, di progettazione, di consulenza, acquisto brevetti e licenze.

Per ulteriori approfondimenti sull'articolo, ti consigliamo la lettura dell'articolo "Fattoria didattica: i requisiti per il successo".