Lavoro e qualità della vita: il caso “Base Protection”

Base Protection è un’azienda di Barletta nata nel 2007 che si occupa della produzione di calzature professionali e di sicurezza. L’azienda appartiene al Gruppo spagnolo Fegemu, specializzato in forniture industriali e grandi macchine utensili.

L'impegno per la qualità e il benessere

Ci sono molti segnali che fanno capire che non siamo di fronte a un'azienda qualunque. Base Protection, da sempre attenta a “migliorare la qualità della vita dei professionisti al lavoro” come da missione aziendale, è stata partner in un progetto europeo dal titolo “FIT4U” (Framework of Integrated Technologies for User Centred Products). Grazie ad un budget pari a 5.709.500 euro, “FIT4U” si è focalizzato sulla ricerca ai fini di creare calzature su misura per esigenze particolari, di dimensioni personalizzate e con prestazioni sempre più elevate.  Tutto sotto il coordinamento dell'I.T.I.A. (Istituto di Tecnologie Industriali e Automazione) del C.N.R. (Centro Nazionale delle Ricerche di Milano).

Già nel 2010, l'ex amministratore delegato Antonio Diterlizzi, all’indomani dell’assenza per maternità di una delle persone con un ruolo importante in azienda, giunse all'idea di creare un baby parking per accogliere i figli delle lavoratrici. Ecco allora che in un'ala della Base Protection venne ricavato uno spazio dedicato al gioco attrezzato dell'azienda, con libero accesso per tutti i figli dei dipendenti, anche degli uomini ovviamente.

Da una collaborazione con la Federazione Italiana Cuochi e con la Nazionale Italiana Cuochi, Base Protection ha fornito la scarpa B0507 al Salon Culinaire Mondial, una scarpa ideale per il settore agroalimentare: defaticante, idrorepellente, antibatterica. Altro fiore all'occhiello, le iniziative a favore della cultura. I magazzini dell'azienda hanno ospitato concerti jazz nell'ambito del Barletta Jazz Festival.

L'ultima iniziativa in ordine di tempo si chiama “La nostra ricetta per Amatrice”, iniziativa benefica che in occasione del Natale 2016 Base Protection ha dedicato al Centro di Formazione Professionale Alberghiero di Amatrice. Dall’1 al 31 dicembre, per ogni paio di calzature venduto, Base Protection ha devoluto trenta centesimi di euro al Centro di Formazione della cittadina colpita dal terremoto. Inoltre, Base Protection è diventata sponsor tecnico del Centro di Formazione, fornendo a tutti gli allievi un paio di calzature professionali della linea Hygiene dedicata agli chef. Un modo semplice, immediato ed efficace per far sentire la propria vicinanza alla comunità di Amatrice rendendo omaggio alla sua antica tradizione gastronomica.

 

Base Protection leader nel mercato italiano ed europeo

Seppur giovane, l’azienda pugliese concentra nel proprio team professionisti con un background esperienziale di rilievo. Tra i dipendenti ha un peso di rilievo la presenza di laureati (50%) e quella di donne (circa il 40%) che ricoprono ruoli di responsabilità: direzione commerciale, direzione acquisti e direzione amministrativa sono funzioni ricoperte da donne di età intorno ai 40 anni. Ed è proprio questa la chiave del successo dell’azienda, la sua squadra.

Nell'ambito calzaturiero, Base Protection srl è una piccola impresa del made in Italy che riesce ad avere fatturati in crescita anche in tempo di crisi grazie a una mission molto chiara: puntare su ricerca e sostenibilità ambientale. Ma andiamo a vedere quali sono i risultati conseguiti da questo team vincente. Posizionata nel segmento medio-alto del mercato, Base Protection ha conquistato il mercato italiano ed europeo grazie al lavoro dei suoi dipendenti: erano 34 nel 2011 e oggni hanno raggiunto le 100 unità, per un fatturato che in 5 anni è passato da 12 a oltre 22 milioni di euro.

La ricetta è molto semplice: lasciare la produzione di scarpe per il tempo libero e lo jogging ai paesi con costi del lavoro bassissimi e puntare su innovazioni di processi e di prodotto, tagli robotizzati, utilizzo di materiali avanzati e performanti, standard qualitativi elevati, ricerca e sviluppo e molta ICT, come nel caso di Jamio, la piattaforma cloud specifica adottata da Base Protection per la comunicazione tra impianti periferici ed uffici di R&S. Jamio consente, per esempio, di sottoporre i prototipi virtuali delle nuove scarpe alla casa madre spagnola, che li visualizza in 3D e di interagire con la rete dei distributori e dei fornitori di materiali.

Ed è così che la scarpa da lavoro è diventata di moda, anche per chi non va in cantiere. Valli a capire i gusti.