Unicam: ricerca e innovazione per un laureato internazionale

Il futuro delle nuove generazioni non può e non deve essere in crisi, ecco la ricetta del Rettore di un ateneo esemplare

A cura della redazione

L’Università di Camerino è una realtà esemplare tra i tanti atenei italiani: ritiene strategica la partecipazione a programmi di finanziamento comunitari, punta sulla ricerca internazionale, ha attivato il corso di formazione in “Esperto in Finanziamenti Comunitari” in collaborazione con il Network "Professionisti per l'Europa" e, soprattutto, agevola e sostiene gli studenti meritevoli i cui genitori risentano della crisi. Ne parliamo con il Rettore, il prof. Flavio Corradini, che Finanzia la tua idea ha intervistato per voi.

Partiamo da un dato inconfutabile: per il decimo anno consecutivo Unicam resta stabile in vetta nella classifica dei piccoli atenei stilata come ogni anno dal Censis. A cosa si deve questo importante risultato?

Occupare il primo posto da dieci anni consecutivamente è per me e per l’intera comunità universitaria ovviamente motivo di grande orgoglio e soddisfazione. Il risultato ottenuto conferma il forte impegno dell’ateneo nel mantenere sempre elevata, nonché migliorare dove è possibile, la qualità dei servizi e della didattica offerta agli studenti.

Punteggi alti sono infatti stati ottenuti per i servizi, le borse di studio, le strutture, l’internazionalizzazione ed il sito web con i servizi telematici offerti agli studenti. Un percorso universitario completo e di qualità, che formi un laureato in grado di competere nel mondo del lavoro a livello internazionale, si basa sia su un’ottima qualità della ricerca, sia sulla qualità della didattica, sui servizi agli studenti, su agevolazioni e borse di studio per i più meritevoli, sulle opportunità di effettuare stage in azienda, su attività e competenze trasversali, sulla possibilità di effettuare un periodo di studio all’estero: tutte caratteristiche che all’Università di Camerino sono di altissimo livello e che hanno consentito di ottenere questo eccellente risultato per ben dieci anni consecutivi.

Ritiene strategica la partecipazione a programmi di finanziamento comunitari, soprattutto per quanto riguarda progetti di ricerca internazionale?

Lo ritengo estremamente strategico. Uno dei temi al centro del programma di lavoro che ho proposto all’inizio del mio mandato rettorale è quello del reperimento delle risorse finanziarie per la sostenibilità e la crescita dell’ateneo: per raggiungere questo obiettivo ritengo sia necessario e fondamentale puntare sulla qualità dei gruppi

Tags
Scuola di Giurisprudenza FiRB PRIN rettore Unicam Flavio Corradini università camerino